Dove ti celi adorabile ninfa
ti prego a questi occhi rivela il tuo crine
sei della poesia indispensabile linfa
dei miei sentimenti l'inizio e la fine

dacché t'ho scovata il mio tempo è mutato
prendendo un deciso sapore di vita
ed ora che l'anima m'hai conquistato
sei come ogni volta di nuovo sparita

mia Erato musa che il ciel rendi terso
davanti allo sguardo sei sempre mutante
m'appari ogni volta con volto diverso
facendo di me di colei saldo amante

ma quella che brama il mio cuore devoto
non è mai l'umana creatura banale
di te solamente conservo la foto
sebbene a una donna in quell'attimo è uguale

così tu che giochi con me a nascondino
ti burli del mio inseguimento infruttuoso
e come l'insetto ch'è in mano a un bambino
patisco il tuo fare sì ingenuo e dannoso

mia amata fanciulla dal cor verginale
riappari anche se per scappare di nuovo
così da donarmi quel dolce e quel male
che sa offrir la mora da coglier nel rovo

di Antonio Luca siliotto - www.siliotto.it
(dal libro "Diario d'illusioni", ISBN: 978-88-91023-45-2)


Leggi un'altra poesia »  Acquista i libri »

© 2012-2020 Antonio Luca Siliotto - mail@siliotto.it